Vai al contenuto

IL FONDO PICCINELLI

Composto dai libri della biblioteca personale del medico condotto Camillo Piccinelli, donati al Comune dopo la sua morte avvenuta nel 1961, il fondo Piccinelli è stato il primo importante nucleo librario della biblioteca di Lonate Pozzolo.

Si tratta di un fondo molto composito e vario, formato da libri antichi e moderni (tra cui diversi volumi stampati nel Cinquecento e nel Seicento), carte geografiche, documenti personali e fotografie di famiglia.

Un’eredità preziosa

Medico condotto di Lonate dal 1904 al 1949, Camillo Piccinelli perde sua figlia e sua moglie molto giovani, rispettivamente nel 1919 e nel 1921. È per onorare la loro memoria che decide di nominare erede universale del suo patrimonio l’Ospedale Maggiore di Milano, con testamento olografo datato 6 marzo 1950. Nel novembre 1955 nomina come suo esecutore testamentario il ragionier Angelo Turri, sindaco di Lonate dal 1951 al 1964.

Camillo Piccinelli muore a Lonate il 5 dicembre 1961. Il Comune si fa carico delle spese funerarie e in segno di affetto e riconoscimento la via dell’abitazione del dottore (all’epoca via Repossi) viene a lui intitolata.

Il sindaco Angelo Turri, il vicesindaco Carlo Soldavini e il segretario Mario Zocchi durante una funzione religiosa

Il lascito per la biblioteca

Prima di morire il dottor Piccinelli esprime verbalmente le sue ultime volontà all’esecutore Turri, affermando il desiderio di donare i propri libri alla nascente biblioteca del Comune di Lonate. Questa volontà viene comunicata all’Ospedale Maggiore di Milano, che acconsente alla cessione dei libri con la delibera n° 1057 del 1962.

[…] Considerato infine che l’Ospedale Maggiore si è sempre attenuto al criterio di rispettare la volontà dei suoi Benefattori comunque espressa e che, nel caso, appare più opportuno che la biblioteca del dott. Piccinelli non vada dispersa […], ma venga invece conservata nel Comune di Lonate Pozzolo contribuendo a perpetuare il nome ed il ricordo del dottor Piccinelli, anche nel luogo ove ebbe a prestare lungamente la sua benemerita opera,

delibera

di offrire al Sindaco di Lonate Pozzolo perché li assegni alla Biblioteca Comunale i volumi di cui in premessa esistenti nell’abitazione del dott. Camillo Piccinelli di Lonate Pozzolo, come da inventario.

Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Verbali delle sedute del Consiglio degli Istituti Ospitalieri di Milano, Estratto finale della delibera n° 1057 del 5 settembre 1962

Informato della delibera, Turri risponde con una lettera all’Ospedale Maggiore di Milano, assicurando che:

l’offerta viene accettata con senso di gratitudine alla memoria del prefato Dott. Camillo Piccinelli, che questa Amministrazione interprete dei sentimenti dell’intera popolazione, ricorda con venerazione.

Sarà proprio questo lascito, arrivato in Comune tra la fine del 1962 e l’inizio del 1963, a costituire il primo importante nucleo librario della biblioteca di Lonate Pozzolo, e a incentivarne la sua istituzione ufficiale negli anni seguenti.

L’amore per la medicina e la famiglia

Libri e non solo

Immergiti nella meraviglia, scopri le opere più belle