Vai al contenuto

LA STORIA

Un racconto che continua da più di cinquant’anni.

La biblioteca comunale di Lonate Pozzolo nasce prima della legge regionale lombarda 41/1973, riguardante “lo sviluppo e il coordinamento delle biblioteche di Enti locali o di interesse locale”. L’idea di creare una biblioteca di paese è attestata dal 1961, ma prende vigore solo negli anni successivi, quando il medico condotto del paese decide di lasciare in eredità al Comune la sua biblioteca personale. L’inaugurazione ufficiale avviene il 24 marzo 1968, grazie all’impegno e alla volontà di persone impegnate a vario titolo nella vita del paese.

La sua è una storia tutta da scoprire.

I protagonisti

Camillo Piccinelli

Nato a Milano il 7 febbraio 1877, lavora come medico condotto del Comune di Lonate Pozzolo dal 1904 fino al 1949. Uomo colto e appassionato della sua professione, prima di morire dona la sua biblioteca personale al Comune, che andrà a formare il primo nucleo librario della nascente biblioteca lonatese.

Camillo Piccinelli

Carlo Soldavini

In carica come vicesindaco durante l’amministrazione di Angelo Turri (sindaco di Lonate dal 1951 al 1964), ricopre a sua volta la carica di sindaco dal 1964 al 1975. Nel 1965 istituisce la biblioteca popolare comunale di Lonate Pozzolo, inaugurata ufficialmente nel marzo 1968.

Mario Varalli

Mario Varalli, classe 1942, inizia a lavorare in Comune molto giovane, presso la segreteria e l’ufficio protocollo. In seguito all’arrivo dei libri donati dal dottor Piccinelli, a cui dedica le prime cure e una prima catalogazione, nel 1967 prende il diploma di bibliotecario. Ricopre tale carica fino al 1975.

Mario Varalli
Gian Domenico Oltrona Visconti

Gian Domenico Oltrona Visconti

Nato il 6 ottobre 1919 a Genova in una famiglia con ascendenze nobiliari, fin da giovane si appassiona alle vicende storiche dei suoi avi e dei territori dove vissero. Scrive articoli su diverse riviste, in particolare sulla Rassegna Gallaratese di Studi Patri. Nei primi anni Cinquanta avvia la collaborazione anche con La Prealpina e l’Archivio Storico Lombardo, subito dopo essere diventato socio della Società Storica Lombarda, di cui diviene consigliere nel 1992.

Dal 1967 ricopre la carica di presidente della commissione di vigilanza della biblioteca di Lonate Pozzolo. Nel 1969 pubblica la Storia di Lonate Pozzolo. Muore il 23 dicembre del 2000 all’età di 81 anni. La biblioteca di Lonate viene a lui intitolata nel 2018 per ricordare il suo affetto e impegno per la vita culturale di Lonate e Sant’Antonino.